giovedì, febbraio 25

Le maschere uno dei segreti di bellezza più antico

Per secoli e secoli le donne più iconiche della storia hanno affidato la loro bellezza alle maschere per il viso. Questo segreto di bellezza è stato custodito e tramandato di generazione in generazione, oltrepassando i confini del tempo e arrivando fino ai giorni nostri.
Oggi le donne di tutte le età, in tutto il mondo,vanno alla ricerca di diversi tipi di maschere. Esfolianti, illuminanti, idratanti, che eliminino le impurità e perchè no che coccolino la loro pelle.
Oggi Kiehl's introduce sul mercato due nuove maschere: 

Turmeric & Cranberry Seed Energizing Radiance Masque ( a base di CURCUMA e MIRTILLO ROSSO),maschera viso energizzante e illuminante dall'effetto immediato.
L'estratto di curcuma vanta una lunga tradizione di impiego nella medicina Ayurvedica e nella medicina tradizionale cinese ed egiziana, grazie alle sue proprietà lenitive.
Inoltre la curcuma è nota per purificare la pelle e per la sua azione antiossidante e seboequilibrante.
All'interno di questa formula,l'estratto di curcuma contribuisce all'azione illuminante.
Ho un profumo dolce e piacevole e lascia la pelle immediatamente più luminosa.
 


Gli effetti dell'inquinamento sui polmoni e sul sistema cardiovascolare sono ben noti all'opinione pubblica. Tuttavia alcuni studi hanno dimostrato le diverse conseguenze dell'inquinamento sul buono stato della pelle.
L'inquinamento atmosferico è una delle principali cause del fenomeno noto come alterazione della barriera cutanea.
Le principali conseguenze sono:
* invecchiamento precoce- macchie scure,rughe
* aumento della disidratazione
* ipersensibillizzazione
Per offrire una soluzione a questo problema Kiehl's presenta CILANTRO & ORANGE EXTRACT POLLUTANT DEFENDING MASQUE (estratto di arancia,vitamina E e olio di semi di coriandolo).
Una maschera viso che ha ben 99.6% di ingredienti naturali.
L'estratto di arancia ha proprietà protettive, stimola la produzione di proteine essenziali per la protezione della pelle e interferisce positivamente con il processo ossidativo.

La vitamina E è l'antiossidante più ricco di sostanze nutritive.

L'olio di semi di coriandolo ha proprietà restitutive e rinforza la barriera protettiva della pelle.

Questa formula innovativa è stata concepita per un uso sia diurno che notturno.
Di notte agisce durante il sonno per rinforzare la barriera cutanea e nutrire a fondo la pelle.
Di giorno protegge la pelle creando una sorta di "film protettivo" per limitare l'adesione delle micro-particelle inquinante alla pelle.


Uso le due maschere in combo e insieme alla ULTRA FACIAL OVERNIGHT HYDRATING MASQUE sono quelle con cui ottengo risultati visibili.
Trovate le maschere disponibili a partire da fine Febbraio 2016.

Come pulire i funghi Champignon/ FUNGHI TRIFOLATI

I funghi porcini sono aprrezzatissimi in cucina per il loro inconfondibile profumo e soprattutto per la loro versatilità in cucina.
Possono essere consumati crudi oppure fatti seccare o mettere sott'olio.
Quando vengono acquistati risultano molto sporchi e pieni di terriccio ma non bisogna mai lavarli sotto l'acqua corrente perchè si rischia che si impregnino di acqua.
Per pulirli bastano pochi semplici passaggi per ottenere dei funghi puliti e pronti per essere consumati nel modo che più gradite.

500 g di funghi porcini
1 coltello a lama affilata
1 panno pulito e umido


Pulite i funghi uno alla volta.
Usate un coltello a lama affilata.
Tagliate via la parte terrosa sul gambo,raschiando delicatamente fino a eliminare qualsiasi traccia di terra.
Eliminate i pochi residui di terra con un panno umido.
Spellate il cappello tirando via la pellicina con un movimento netto.



 A questo punto potete tagliare i vostri funghi a fette più o meno spesse a seconda della preparazione che andrete a fare.


Io adoro i funghi in tutte le salse ma impazzisco per quelli trifolati, gustosi e veloci da preparare.

Ingredienti
800 g di funghi champignon
1 spicchio d'aglio
prezzemolo in abbondanza
30 g di olio extravergine d'oliva
30 g di burro
peperoncino fresco

In una pentola fate scaldare l'olio e il burro con l'aglio. Aggiungete i funghi tagliati a fettine e fate insaporire.
Cuocete per qualche minuto, aggiustate di sale e unite il prezzemolo finemente tritato e il peperoncino fresco e lasciate sul fuoco per altri 5 minuti.
Potete servire i funghi trifolati caldi o freddi

martedì, febbraio 23

L'importanza dell'igiene orale fin da piccoli

Ho sempre dato molto nell'importanza all'igiene orale di Gregorio anche quando aveva solo pochissimi giorni usando il MAM ORAL CARE RABBIT che usavo per pulire la mascella e abituarlo alla routine quotidiana della pulizia dei denti.


Ovviamente da quando è spuntato il suo primo dentino la mia attenzione è aumentata e sono sempre molto scrupolosa nel seguire regole ben precise per un'igiene dentale accurata.
E' importante educare il bambino a prendersi cura della sua igiene partendo proprio da quella dei denti.
Estremamente importante è la prima visita dal dentista non appena i primi denti saranno comparsi così potrà consigliarvi e decidere insieme il percorso da seguire con il vostro bambino.
Con Gregorio ormai le regole son ben consolidate e rispetta la routine senza capricci.
Ci laviamo i denti al mattino e alla sera utilizzando uno spazzolino adatto ai più piccoli  e un dentifricio al fluoro (500ppm di fluoro) .
Spazzoliamo i denti dal rosso al bianco ossia dalla gengiva al dente ovviamente lo facciamo insieme per assicurarci di lavarli accuratamente.
Per una corretta igiene orale è necessario seguire alcune regole fondamentali anche nell'alimentazione:
* evitare più possibile gli zuccheri
* concedere i dolci come dessert e mai come merenda
* limitare succhi di frutta industriali e bevande gassate
* evitare di intingere il succhiotto all'interno di zucchero o miele .
Queste cattive abitudini sono la causa più diffusa di carie severa che rapidamente distrugge il dente.

                         

E' molto importante educare i bambini ad una corretta igiene personale poichè si tende a guidarli verso uno stile di vita caratterizzato da elementi positivi mentre una scarsa igiene provocherebbe disagi non solo a livello sanitario ma anche sociale.
E' quindi molto importante impostare degli approcci iniziali che non devono essere viste come delle imposizioni ma devono essere vissuti in maniera serena e tranquilla.

venerdì, febbraio 19

Pancarrè con farina integrale e cereali


Ingredienti per uno stampo da 30 cm

500 g di farina integrale Petra
50 g di semi vari ( lino, zucca. sesamo, papavero)
50 g di zucchero
 150 m l di latte
100 g di burro
25 g di lievito di birra
2 uova
1 pizzico di sale

In una ciotola versate la farina,i semi e lo zucchero.
Formate la fontana e al centro mettete il lievito sciolto nel latte tiepido e le uova.
Lavorate il composto e aggiungete poi il sale e il burro a tocchetti.
Lavorate l'impasto fino a ottenere una pasta liscia ed elastica.
Fate lievitare per due ore finchè l'impasto sia raddoppiato di  volume.
Formate con l'impasto un filoncino che andrete a mettere nello stampo da plumcake rivestito con carta da forno.
Coprite e fate lievitare per 1 ora.

Spennellate il pan brioche con un uovo leggermente sbattuto e infornate a 180°C per 30 minuti








martedì, febbraio 16

Torta golosa al cioccolato extrafondente e amarene

Una volta assaggiata questa torta vi posso assicurare che entrerà a far parte dei vostri dolci preferiti.
Cioccolato fondente e amarene, la coppia perfetta per un risultato strepitoso.
Io l'ho servita con dello yogurt  al naturale ma potete accompagnarla anche con della panna fresca.

Ingredienti per uno stampo da 20 cm

125 g di panna fresca liquida
70 g di burro fuso
200 g di cioccolato fondente
125 g di yogurt al naturale
2 uova
200 g di zucchero semolato
180 g di farina 00
mezza bustina di lievito per dolci
40 g di cacao in polvere amaro
una tazzina di caffè espresso
180 g di amarene sciroppate (io ho usato Fabbri)
un pizzico di sale




 In una casseruola versate la panna liquida e aggiungete il cioccolato spezzettato, mescolate finchè il cioccolato non è completamente fuso. Trasferite il cioccolato in una ciotola, aggiungete le uova, il burro fuso, lo yogurt e lo zucchero.
Mescolate con cura fino a ottenere un composto molto cremoso. A questo punto unite la farina setacciata con il lievito, il cacao, il sale e il caffè espresso (circa 25 ml).Aggiungete le amarene e mescolate delicatamente con una spatola.
Versate l'impasto in uno stampo da ciambella precedentemente imburrato e spolverato con cacao.
Infornate per 45 minuti a 160° ma ricordatevi che prima di sfornare controllate la cottura con uno stecchino.


sabato, febbraio 13

Tris di San Valentino

Mancano ormai pochissime ore a San Valentino e oggi voglio mostrarvi un'idea carina e divertente da gustare e giocare insieme alla vostra dolce metà.
Il procedimento è di estrema facilità vi basta preparare la frolla 
la cui ricetta trovate QUI.
Buon divertimento!


venerdì, febbraio 12

La cura della pelle del mio bambino

La pelle del neonato è ultrasensibile e richiede quasi un anno per abituarsi al mondo.
E' cinque volte più sensibile alla pelle di un adulto e non può ancora difendersi bene dai batteri e da altri attacchi ambientali.
Per questo motivo sono sempre stata molto attenta alla scelta dei prodotti e come trattarla nel modo più corretto.
Nei primi giorni di vita di mio figlio ho usato tantissimo olio da bagno Mustela ricco di olii vegetali (camomilla,mais e sesamo) e aggiungevo una tazza di latte.
La sua pelle risultava completamente detersa, nutrita e protetta e dopo ogni bagnetto serale lo massaggiavo con l'olio massaggio perchè le coccole e le carezze sono importantissime per stimolare l'irrorazione e aumentano la resistenza della pelle.
E' estremamente importante asciugare il bambino con molta cura facendo particolare attenzione alle  pieghe della pelle senza strofinare ovviamente.
Prima di indossare il pannolino cercavo quasi sempre di farlo sgambettare nudo perchè il contatto con l'aria favorisce la ricrescita delle cellule rendendola più resistente.
Ho usato pochissime volte le classiche salviettine pronte all'uso, certo comode per quando si è fuori casa ma preferisco di gran lunga battuffoli di cotone imbevuti in olio oppure il LATTE DI TOILETTE per la pulizia e la detersione del sederino infatti ho così evitato rossori o dermatiti da pannolini. 
Il LATTE DI TOILETTE deterge sia il viso che il sederino con dolcezza e senza aggressioni.
In combo usavo la LOZIONE TOILETTE che elimina i residui del latte di toilette e dona freschezza e morbidezza alla pelle, infatti grazie alla sua nuova formulazione arricchita con Perseose di Avocado contribuisce a rafforzare la barriera cutanea del bambino preservando il capitale cellulare della sua pelle.
Gregorio non ha mai avuto il problema della crosta lattea ma ho preferito comunque usare un valido prodotto per cercare di mantenere il più possibile pulito il cuoio capelluto perchè durante i primi mesi di vita del neonato le secrezioni sebacee sono molto abbondanti e tendono a irritare la pelle delicata del piccolo.
Ho usato e continuo a usare lo SHAMPOO MOUSSE delicatamente profumato, si sciacqua in un attimo e  lascia i capelli morbidissimi.


Ottima la PASTA PER IL CAMBIO che formulata con il 98% di prodotti di origine naturale, senza conservanti e senza profumo, garantisce una tollerabilità ottimale sin dalla nascita.
Inoltre fondamentale per noi mamme è comodissima da applicare e si rimuove con molta facilità.


Nei giorni più freddi bisogna proteggere con molta attenzione la pelle delicata del viso e la COLD CREAM ricca di burro di karitè che ha un'azione emolliente e lenitiva, idrata e nutra la pelle senza lasciarla unta.

                        
Altro ottimo prodotto che consiglio da usare durante i primi raffreddori è il BALSAMO SOLLIEVO che applicato con un leggero massaggio prima della nanna dona sollievo e la aiuta a respirare meglio durante la notte.
La respirazione migliora grazie alle essenze purificanti di rosmarino e pino e il bambino si rilassa grazie agli estratti di camomilla e tiglio note per le loro proprietà calmanti e lenitive.
Nasce la linea STELATOPIA specificamente formulata per le fasi di acutizzazione in caso di pelle a tendenza atopica e nei periodi invernali.
Particolarmente indicata per i pruriti dovuti alla pelle particolarmente secca e irritata che dona immediatamente sollievo grazie alle proprietà lenitive dell'oleodistillato di girasole.



Toilette del mio bambino nei primi mesi di vita

occhi- i primi giorni gli occhietti dei neonati sembrano incollati basta pulirli con della garza sterile e dell'acqua tiepida precedentemente fatta bollire.

naso- il nasino dei neonati deve rimanere sempre ben pulito. Io mettevo all'inerno di una pipetta del latte materno e inserivo qualche goccia al suo inerno.

orecchie- assolutamente da evitare i cotton fioc. Io asciugavo bene le orecchie durante i mesi invernali e pulivo i padiglione auricolare con un panno umido.

unghiette- massaggiare le unghia con un po d'olio e poi staccare delicatamente i bordi.




All'uscita dall'ospedale i dubbi sono tantissimi e capisco benissimo le mamme che si fanno prendere un pò dal panico e dall'insicurezza ma posso garantirvi che è solo una fase che passerà dopo alcuni giorni. Ricordo bene le mie paure, le mille domande che mi facevo e mille libri che leggevo di notte tra tiralatte, poppate e pianti.
I primi giorni sono faticosi lo ammetto ma io personalmente ne ho un ricordo bellissimo e lo ripeterei altre cento volte.
Spero che questo post possa essere d'aiuto a tante mamme e future mamme.
A presto
Tea

giovedì, febbraio 4

Regala un albero e rimani sul verde

Uno dei regali più belli che ho ricevuto per questo Natale è stato un albero con il mio nome. Si avete capito bene proprio un albero.
Sapete quanto importante sia per me la natura, il rispetto per l'ambiente e tutto ciò che lo riguarda.
Quando TREEDOM mi ha contattata era sicura di avermi fatta felice regalandomi un albero tutto mio.
TREEDOM  nasce nel  2010 a Firenze da un team di giovani con la voglia di migliorare il mondo, un albero alla volta.
Da allora hanno piantato 220.000 alberi tra Senegal, Camerun, Argentina, Italia, Kenia, Haiti.
L'idea di Treedom è semplice come un albero e innovativa perchè permette a chiunque di contribuire affinchè un nuovo albero sia piantato nel mondo,attraverso un sito web.
E' proprio come un'adozione a distanza di un albero, puoi scegliere la specie e il progetto che più preferisci: un passion fruit in Senegal, un avocado in Camerun, un arancio in Sicilia e molti altri.
Un contadino lo pianterà  a tuo nome e se ne prenderà cura.
Il tuo albero sarà fotografato e potrai vederlo sul tuo profilo grazie a Google Maps.
Puoi perfino regalarlo ( bellissimo regalo per San Valentino) e scrivirci sopra il tuo messaggio.
Spero davvero che il progetto vi faccia innamorare così come è successo a me.
Sapere che in qualche parte del mondo esiste ancora gente che si prende cura del nostro mondo è qualcosa di meravigliosamente prezioso e tutti noi dobbiamo impegnarci per contribuire nel nostro piccolo ad aiutarli e dar loro ogni giorno la speranza che insieme possiamo farcela.

#backtogreen #cosedialberi
















martedì, febbraio 2

Torta con la panna fresca

Devo ammettere di essere stata sempre scettica nei confronti delle torte senza burro anche perchè rappresenta il Santo Graal della cucina :-D
Il burro dona a qualsiasi dolce morbidezza e gusto e pensare ad una certa senza queste due caratteristiche fondamentali non mi entusiasmava per niente.
Però ho deciso comunque di provarla e dargli una possibilità.
Amici vi confesso che forse diventerà la torta più gettonata nella mia cucina, consistenza morbida e rimane soffice anche dopo giorni conservandola in un contenitore ermetico per torte oppure semplicemente sotto una campana.
Ho aggiunto all'impasto semi di vaniglia e  la torta è esplosa di un profumo ed un gusto meraviglioso.
Perfetta per essere gustata a merenda ma anche ottima a colazione e vi confesso che può diventare un'ottima base per torte farcite.
Vi consiglio di scegliere una panna di ottima qualità e ovviamente una panna fresca da montare assolutamente non quella già montata.
La trovate nel banco frigo con la dicitura "crema di latte pastorizzata" . Io solitamente uso o Vipiteno
oppure Fontanacervo.
Se siete intolleranti al latte potete utilizzare la panna vegetale o di soia
Non vi resta che provarla.
Ingredienti per uno stampo da ciambella 22 cm

180 g di farina 00
250 g di panna fresca di ottima qualità
160 g di zucchero
3 uova
1 bustina di lievito per dolci
un baccello di vaniglia
zucchero a velo

Montate per almeno 10 minuti le uova con lo zucchero e i semi del baccello di vaniglia e continuate fino a ottenere un composto chiaro e spumoso.
A parte setacciate la farina con il lievito.
Montate con le fruste pulite la panna a velocità media deve risultare morbida e non troppo dura.
Aggiungete al composto di uova la farina e amalgamate bene, poi aggiungete delicatamente la panna con una spatola con movimenti leggeri dal basso verso l'alto.
Imburrate ed infarinate uno stampo per ciambella,aggiungete il composto e infornate in forno già caldo a 170°C per 45 minuti.
Prima di sfornare fate sempre la prova stecchino per controllare la sua cottura.
Fatela raffreddare e spolverizzatela con abbondante zucchero a velo.