domenica, agosto 28

Pannacotta alla vaniglia

E' stata un'estate strana questa.
Un'estate fatta di attese e di passeggiate tra i tramonti, le creme di caffè bevute tra una pausa e l'altra al lavoro e la voglia di partire per un lungo viaggio.
Amo l'estate per le insalate fredde da mangiare in giardino, per le conserve che man mano riempiono di nuovo gli scaffali della cantina e perchè basta un pò di basilico fresco per insaporire un piatto di pomodori.
Perchè il sole riesce a scaldarmi la pelle che è stata sotto i maglioni tutto l'inferno e i capelli ancora bagnati si asciugano sotto il sole mentre raccolgo le ultime rose del giardino.

Pannacotta alla vaniglia

ingredienti 
1 baccello di vaniglia
550 ml di panna fresca liquida
160 g di zucchero a velo
6 g di gelatina in fogli

Mettete in una ciotola i fogli dei gelatina con dell'acqua fredda e lasciate ammorbidire per 10 minuti.
Incidete in senso della lunghezza la bacca di vaniglia, estraete i semi con la punta di un coltello e mettete da parte.
In un pentolino mettete la panna, aggiungete la bacca di vaniglia incisa, i suoi semi. lo zucchero a velo e scaldate il tutto facendo attenzione a non far bollire.
Strizzate la colla di pesce che si sarà ammorbidita e immergete nella panna e mescolate fin quando non si sarà sciolta completamente.
Ora filtrate il liquido con un colino.
Potete utilizzare 4 stampini individuali oppure uno stampo unico della capacità di circa 550 ml.
Prima di mettere la panna bagnate il contenitore con del liquore alla vaniglia o semplicemente con dell'acqua.
Mettete in frigo e lasciate riposare per almeno 8 ore.
Potete servire al naturale oppure con della frutta fresca.

                              


Nessun commento:

Posta un commento