martedì, maggio 19

Il treno della mia vita con fragole e zucchero a velo

Vedo la mia vita come se fossi su un treno affacciata dal finestrino,vedo alberi, persone, un verde inaspettato, cespugli di bellissime ortensie, rami di gelsomino che si intrecciano attraverso grandi cancellate e all'improvviso dal verde intravedo distese di tulipani rossi.
All'improvviso appare qualcosa di inaspettato un pò come nella vita qualcosa arriva quando meno te lo aspetti ma che ti piace, qualcosa che ti emoziona al punto di farti commuovere.
Sono felice di essere su questo treno.
Sono grata: è tutto così meravigliosamente perfetto.
Il viaggio che avrei sempre voluto fare, con chi più amo accanto.
Eppure ci sono momenti in cui passiamo nella galleria e tutto all'improvviso appare buio e cupo e all'improvviso avvertiamo paura di non essere abbastanza meritevole di tutto questo.
Questo treno è la mia isola felice.
Durante il viaggio ho scoperto montagne che mi hanno riparata dalla pioggia e dal vento.
Il treno continua ad andare avanti ed io continuo a scoprire, ad amare, a ritrovare.
Cucino marmellate di fragole, mangio risotti ai mirtilli, raccolgo fiori di sambuco e mi disseto con il suo infuso. 
Riesco a sentire l'odore della cannella, vedo l'arcobaleno e la pioggia che arriva.
Questo treno continua a viaggiare ma per me la fermata non c'è perche sto viaggiando sulla linea della mia vita.





La ricetta per questa torta mi è stata regalata dalla "mamma" di RICREAZIONE TORINO.


Ingredienti
 cira 11/12 uova, solo albume, a temperatura ambiente
Zucchero dello stesso peso degli albumi
Farina 1 terzo del peso degli albumi
1 punta di cucchiaino di cremor tartaro
(La torta viene anche senza il cremor tartaro ma questo aiuta ad incorporare l'aria mentre monti gli albumi)
Accendete il forno a 175 gradi e iniziate a montare gli albumi con una frusta elettrica alla massima potenza, quando cominciano a fare la schiuma aggiungete il cremor tartaro e lo zucchero un cucchiaio alla volta senza smettere di sbattere e continuate fino a quando vedrete il tutto diventare una bellissima crema morbida e lucida bella consistente, fino a quando alzando la frusta vedrete la meringa formare delle punte.
A questo punto dovete incorporare la farina, 2 o 3 cucchiaini setacciati alla volta e mescolare delicatamente girando con una spatola in silicone dal basso, dal fondo della ciotola, verso l'alto, quando la farina verrà assorbita ripetete la cosa con altri 2 o 3 cucchiaini di farina e così fino alla fine....
A questo punto potete versare tutto nella teglia senza imburrare nè infarinare. Metti in forno per una mezz'oretta dopodiché quando sarà pronta sarà lei a chiamarvi con il suo profumo.
La parte superiore si presenterà dorata e secca con qualche crepa, non fatela imbrunire troppo, toglietela dal forno e mettetela a raffreddare capovolta su i "piedini" della teglia.
Servitela con frutti di bosco e coulisse di fragole fatta con 50gr di zucchero a velo ogni 250gr di fragole, tagli a pezzetti le fragole e le fate appassire in una pentola antiaderente, quando avranno tirato fuori buona parte del loro liquido aggiungete lo zucchero a velo e un cucchiaino di succo di limone, lasciate andare ancora due minuti e poi passate tutto nel passaverdura.







1 commento:

  1. Rifletto sulle tue belle parole... sul treno sto viaggiando anche io anche se non so dove mi porterà... tu hai Amore tutt'intorno e lo trasmetti, quando vedo le foto da mamma felice e sorridente penso che il segreto della felicità sia proprio lì, in quell'Amore che si irradia in ogni cosa che si fa...

    RispondiElimina