lunedì, novembre 25

Crema di cavolo rosso


Passo per un saluto veloce e augurarvi un buon inizio settimana.
Qui il sole oggi splende e quando il sole splende fuori splende anche dentro di me.










Buona giornata,
Tea

giovedì, novembre 14

Bagel


Ho provato diverse volte a preparare i bagel ma sempre con scarsi risultati.
Poi ho trovato questa ricetta e devo dire che il risultato è garantito.


Ingredienti per 10 bagel 

500 g di farina
10 g di sale
20 g di zucchero
5 g di lievito fresco
240 ml di acqua fredda
1 uovo leggermente sbattuto
1 uovo sbattuto con un pizzico di sale per spennellare
semi di papavero, semi di zucca e nocciole tritate 

In una ciotola mescolate la farina, il sale e lo zucchero.Tenete da parte.
In un'altra ciotola versate l'acqua e il lievito, mescolate finchè il lievito non si scioglie.
Unite l'uovo al composto con il lievito e mescolate.
A questo punto unite gli ingredienti secchi e a quelli umidi.
Mescolate con molta cura con un cucchiaio di legno.
Coprite e lasciate riposare per 20 minuti in un luogo asciutto e caldo.
Trascorso il tempo indicato impastate energicamente finchè il composto non inizia a fare resistenza.
Coprite la ciotola e lasciare riposare per 1 ora.
Quando l'impasto vi risulta raddoppiato di volume sgonfiatelo con il pugno.
Spolverate il piano di lavoro di farina e trasferiteci la palla di impasto.
Date all'impasto la forma di un tronchetto e tagliatelo in 10 pezzi uguali.
Formate con ciscuno una palla.
Prendete ogni palla e fate un buco al centro.
Ora mettete i bagel sulla teglia e fate riposare per 15 minuti.
Poco prima che l'impasto abbia terminato il riposo, riempite d'acqua una casseruola, unite 5 g di sale e portate a ebollizione.
Cuocete i bagel nell'acqua bollente finchè non vengono a galla.Girateli e cuocete per altri 5 minuti.
Trasferite i bagel sulla teglia e fate raffreddare.
 Accendete il forno a 220° e scaldate una teglia.
Spennellate i bagel con l'uovo sbattuto e ricoprite con i semi di papavero, quelli di zucca e le nocciole.
Infornate i bagel e versate nella teglia un bicchiere di acqua.
Cuocete per circa 15 minuti o finchèi bagel risultano ben dorati.
Fate raffreddare su una griglia.
Volete sapere quali sono le mie farciture preferite?

° Melanzane e scamorza alla piastra, pomodorini, basilico e cipolle di Tropea.
°Crudo di Parma, miele, parmigiano a scaglie, rucola e pomodori secchi.
°Spinaci, petto di pollo grigliato, lattuga e mozzarella fiordilatte.
°Salmone affumicato, uovo sodo, succo di limone e cream cheese.
°Tartare di tonno fresco o gamberi con mela verde, yogurt ,lime e iceberg  





mercoledì, novembre 6

Cous Cous profumato

Nel cuore del paesaggio ericino nasce nel 1928 il Molino Campo.
Un'azienda che ha saputo tramandare di padre in figlio l'antica arte del macinare il grano duro siciliano,coltivato nelle più fertili terre della Sicilia Occidentale.
Oggi,voglia d'innovazione e amore per la tradizione hanno condotto Dorotea Campo a proseguire l'attività familiare,dando vita,nel 2009, ad un'impresa artigianale che unisce l'attività molitoria con l'antica arte culinaria trapanese.
Nasce così il Pastificio Artigianale Campo la cui missione è quella di valorizare con una sapiente lavorazione la semola di grano duro siciliano macinata dal Molino Campo.

Il cous cous è un alimento tipico del Nord Africa ma è stato inserito anche tra i produttori agroalimentari tradizionali siciliani.
In Sicilia, soprattutto a Trapani e nelle zone limitrofe come l'isola di Favignana e San Vito Lo Capo è di uso quaotidiano.
Ma il condimento tipico è la ghiotta, un gustoso brodetto di pesce di diverse specie adatte alla zuppa.

Io oggi voglio condividere con voi la mia classica versione alle verdure.

Ingredienti per 4 persone
250 g di cous cous Natura in Tasca
270 ml di acqua
2 noci di burro
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
2 zucchine
1 peperone rosso
1 peprone giallo
100 g di piselli già cotti
1 cipolla
1 peperoncino fresco
uno spicchio d'aglio
menta fresca
sale

Iniziate a preparare il cous cous mettendo l'acqua in una pentola e portate ad ebollizione, poi versate il sale e il cous cous a pioggia.
Aggiungete l'olio , mescolate e spegnete il fuoco.
Lasciate riposare il cous cous per qualche minuto affinchè assorba tutta l'acqua.
Aggiungete 2 noci di burro e mescolate con cura facendo cuocere per altri 2 minuti.

Ora occupiamoci delle verdure.
In una padella antiaderente mettete l'olio e fate dorare leggermente l'aglio.
Tagliate a tocchetti tutte le verdure e fate saltare in padella per 5/7 minuti.Aggiungete i piselli.
Salate e spegnete il fuoco.
Ora versate le verdure in un contenitore abbastanza capiente insieme al cous cous.
Servite il cous cous con il peperoncino tritato e qualche foglia di menta spezzettata.



lunedì, novembre 4

Frittelline cannella,zucchero e mele

Ci sono momenti in cui ho bisogno di allontanarmi dalla realtà.
Momenti di silenzio.
Di solitudine.
Momenti di pace.
Momenti in cui ho bisogno di godere solo di attimi dedicati a me e alla mia famiglia.
A volte è il momento di staccare e scollegare il cervello dal mondo esterno e vivere la vita in silenzio.
E' stata una settimana piuttosto impegnativa, dura dal punto di vista fisico e mentale.
La stanchezza fisica si può cancellare con ore di sonno ma quando si avverte una certa stanchezza mentale allora è arrivato il momento di chiudere le finestre e lasciare che gli occhi possano guardare ciò di cui hanno bisogno in quel momento.
Ieri ho voluto dedicare la giornata a me stessa, ho preso la mia copertina di lana e mi sono cullata nella tenerezza delle carezze di mio marito e la dolcezza dello sguardo di Athena.
Ho camminato con gli occhi verso il cielo azzurrissimo e la felicità di sentirmi a casa con loro.
Ci sono attimi in cui ho bisogno di questo e niente più.
Ho sempre definito la felicità come l'insieme delle cose semplici che ci fanno star bene, l'unione di più cose mescolate con un cucchiaio e che il risultato possa essere il benessere interiore (un po' come quando avvertiamo un piccolo giramento di testa e allora mescoliamo acqua e zucchero).
Ci sono momenti che nella mia mente diventano come dipinti alcuni in bianco e nero ed altri pieni di sfumature di colore.
Una strada lunghissima da percorrere e l'odore della terra bagnata nell'aria, le foglie cadute e l'erba bagnata che insieme generano un'alchimia, vedere quella luce dietro i rami degli alberi che quasi mi sembra una luce nuova, il maglione pesante e il cappello che mi riparano da quella leggera arietta.
La felicità di sapere che a casa ci aspetta un focolare acceso e gli gnocchi preparati al mattino presto insieme all'odore del conserva riscaldata.
Ho finito il dipinto.
Questo dipinto è stata la mia domenica, la mia giornata di ieri e quello di cui avevo proprio bisogno.



Frittelline cannella, zucchero e mele

Ingredienti per 30 frittelline

2 mele
1 uovo
55 g di zucchero semolato
125 ml di latte
150 g di farina setacciata
1/2 cucchiaino di lievito
220 g di zucchero semolato + 1 cucchino di cannella in polvere
olio per friggere


Mescolate in una ciotola 220 g di zucchero + la cannella e tenete da parte.
Sbattete bene in una ciotola l'uovo, il latte e 55 g di zucchero. Aggiungete poi le mele grattuggiate.
Unite la farina setacciata e il lievito e amalgamate con cura.
Scaldate in una casseruola l'olio e fateci scivolare il composto a cucchiaini e friggete le frittelle finchè sono dorate.
Scolatele su carta assorbente e passatele nello zucchero e cannella.