domenica, novembre 20

Pasta choux

Quando riesco a prendermi una pausa dal lavoro penso a ciò che per prima potrei fare.
Se fare una passeggiata ad occhi chiusi mentre il sole autunnale ti riscalda il viso, se diventare una cosa sola con il divano con la mia inseparabile borsa d'acqua calda oppure chiuderti in cucina e sfornare dolcezze fino a quando la cucina non raggiunge una temperatura pari al caldo tropicale.
Indovinate un pò cosa scelgo di fare?
La risposta sicuramente sarà corretta e quindi in quel giorno in cui l'unico momento di riposo che avevo erano forse 45 minuti ho deciso di preparare la pasta choux che poi si trasforma in adorabili dolcezze tonde tonde dal cuore morbido di crema golosissima.

Ingredienti per circa 15 bignè

5 g di zucchero
5 uova
150 g di farina 00
150 ml di acqua
100 g di burro
un pizzico di sale


Ingredienti per la crema 

3 uova
4 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di farina
500 ml di latte



In una pentola mettiamo l’acqua, il burro e un pizzico di sale. Pesiamo la farina e teniamola da parte. Portiamo la pentola sul fuoco.

Quando il burro è sciolto completamente e inizia a bollire, versiamo tutta la farina e iniziamo a mescolare con un mestolo. L’impasto diventa piuttosto denso, continuiamo a mescolare fino a quando tutta la farina è assorbita e l’impasto inizia ad asciugarsi e a staccarsi dalle pareti della pentola. Spegniamo il fuoco.Togliamo dal fuoco e lasciamo riposare per due minuti. Con il mestolo allarghiamo l’impasto e iniziamo ad aggiungere le uova una alla volta e mescoliamo per amalgamare completamente.Aggiungiamo un altro uovo solo quando il primo si è completamente amalgamato. Dobbiamo ottenere un impasto denso e appiccicoso, come una crema pasticcera molto densa. Prepariamo la teglia ricoperta di carta da forno.Prendiamo due cucchiai. Con un cucchiaio prendiamo l’impasto, e con l’altro lo spingiamo sulla teglia, otteniamo così una pallina morbida. Procediamo così per tutto l’impasto e otterremo circa 15 bignè.Accendiamo il forno a 180 gradi per farlo scaldare e dopo qualche minuto inforniamo i bignè, lasciamo cuocere per 35 minuti (forno statico).Durante la cottura i bignè crescono molto e risultano dorati in superficie. Al termine della cottura spegniamo il forno, apriamo leggermente e inseriamo un mestolo per bloccare lo sportello in modo da creare uno spiraglio.
Lasciamo riposare i bignè dentro il forno spento per 30 minuti. 
La crema per i bignè
In una pentola versiamo mezzo litro di latte, portiamo sul fuoco. In un’altra pentola rompiamo le uova e le sbattiamo con una frusta. Quindi aggiungiamo lo zucchero e continuiamo a mescolare, poi aggiungiamo la farina e amalgamiamo per bene.Quando il latte è bollente spegniamo il fuoco e lo versiamo a filo nella pentola, continuando a mescolare con la frusta.Quando il composto è ben amalgamato portiamo la pentola sul fuoco e sempre mescolando portiamo ad ebollizione fino a che la crema è densa e si attacca al cucchiaio. Spegniamo il fuoco.
Per riempire i bignè alla crema prendiamo un coltello a punta e facciamo un piccolo foro in superficie, in questo modo prepariamo l’ingresso per la crema senza rischiare di rompere i bignè.


venerdì, ottobre 28

Torta con cuore morbida di crema al limone


Per la crema:

750 ml di latte
la buccia di un limone
3 uova
7 cucchiai di zucchero
7 cucchiai di farina

Per la frolla:

500 g di farina
3 uova
160 g di zucchero
120 g di olio di semi di girasole
mezza bustina di lievito per dolci

Mettete a scaldare il latte con la buccia del limone.
In una pentola lavoriamo con una frusta 3 uova, aggiungiamo 7 cucchiai di zucchero lavoriamo per qualche secondo e poi aggiungiamo la farina setacciata.
Mescolate energicamente ed evitate di formare grumi.
Togliete dal latte la buccia del limone e aggiungete al composto di uova.
Mettete sul fuoco la pentola, lavorate sempre con la frustra il composto fino a che non otterrete una crema densa e liscia.
Coprite con una pellicola e tenete da parte.
Ora occupiamoci della frolla, lavorando in una ciotola tre uova con lo zucchero, aggiungete l'olio,la mezza bustina di lievito e poco alla volta la farina.
Lavorate l'impasto fino a ottenere una pasta compatta e soda.
Ungete e infarinate una teglia per crostate e stendete metà dell'impasto nella teglia aiutandovi con un foglio di carta da forno.
Regolate i bordi e riempite con la crema.
Stendete l'altra metà dell'impasto e coprite la torta.
Sigillate bene i bordi e bucherellate la superficie con una forchetta.
Infornate a 170° per circa 45 minuti.




lunedì, ottobre 24

Saccottini al cioccolato senza burro e senza uova


Iniziamo la settimana con un carico di golosità e morbidezza con questi dolcetti sani e leggeri ottimi a colazione da inzuppare nel latte ma anche perfetti per l'ora del tè.
Queste morbide e profumate brioches possono essere farcite secondo i vostri gusti,dalla crema pasticcera alla marmellata, da scaglie di cioccolato o semplicemente con un pò di crema alla nocciola per un gusto ancora più dolce ma senza rinunciare ad una colazione o merenda genuina e sana


Ingredienti


250 g di ricotta freschissima
500 g di farina integrale
120 g di zucchero semolato
3 cucchiai di cacao amaro
100 ml di latte di soia
100 ml di olio di girasole
1 bustina di lievito vanigliato Paneangeli

Lavorate in una ciotola lo zucchero con la ricotta fino a ottenere un composto cremoso.
Aggiungete il cacao e amalgamate con cura.
Aggiungete l'olio,latte,il lievito ed infine la farina poco per volta lavorando energicamente la pasta con le mani fino a ottenere una pasta morbida.
Stendete metà dell'impasto su una carta da forno leggermente infarinato e formato un rettangolo dallo spessore di circa 1 cm.
Con un taglia pasta tagliate delle frange in cima al rettangolo di circa 1/3 della pasta.
Ora farcite a vostro piacimento: cioccolato,gianduia,gocce di cioccolato bianco o anche marmellata.
Disponete il ripieno alla base con una distanza di circa 3 cm e arrotolate la soglia aiutandovi con la carta da forno.
Tagliate i vostri sacchettini e disponeteli su una teglia rivestita da carta da forno.
Continuate fino a terminare la vostra pasta.
Cuocete in forno per circa 30 minuti a 180°.
Fate raffreddare e cospargete di abbonante zucchero a velo.




domenica, ottobre 16

Zuppa di porcini e patate

Decisamente il tempo ideale per gustarsi un piatto caldo come un abbraccio e morbido come un bacio.
La zuppa cremosa di patate e porcini è l'ideale da preparare nelle fredde serate, quando la fame è tanta e la dispensa non proprio fornita.
In questo periodo dell'anno zuppe e minestre sono la soluzione perfetta per scaldarsi e quando si ha voglia di coccolarsi con pietanze che scaldano il corpo ma anche il cuore.
Con le sue note dense, cremose e profumate la zuppa di porcini e patate è un primo piatto eccezionale perchè con pochissimi ingredienti si riesce a ottenere un fantastico risultato.

Ingredienti
25 g di porcini secchi (se volete usare quelli freschi dovrete utilizzarne 150 g e per pulirli guardate qui)
380 ml di acqua 
2 cucchiai di olio d'oliva
1 porro tagliato a pezzettini
800 g di patate farinose, sbucciate e tagliate a pezzettini
1 litro di brodo di pollo
3 rametti di timo o rosmarino
65 ml di panna
sale e pepe nero macinato
fette di pane tostato
parmigiano grattugiato per servire


Mettete i porcini secchi in una ciotola e copriteli con acqua e fate riposare per 20 minuti.
Scolateli e tenete da parte 250 ml del liquido di ammollo.
Affettateli finemente.
Mettete sul fuoco una pentola, versateci l'olio e cuocete il porro con il timo finchè il porro è tenero e dorato.
Unite i porcini a fette, le patate, il liquidi di ammollo dei funghi e il brodo.
Cuocete per 40 minuti e controllate prima di spegnere che la zuppa sia ben densa.
Togliete i rametti di timo e aggiungete la panna.
Salate e pepate.
Servite ben calda con il pane tostato e il parmigiano grattugiato.


mercoledì, ottobre 12

Crostata di mele e marmellata di prugne

Fuori fa decisamente freddo, e un timido sole si nasconde tra le poche nuvole.
Le foglie hanno finalmente quel bellissimo color cioccolato e miele che ci ricordano che per fortuna le stagioni esistono ancora.
Finalmente il freddo è arrivato e la casa sente il bisogno del calore della legna e le mie gambe alla sera cercano la copertina in lana in fondo al cassetto.
La stagione delle mele cotte al forno con chili di cannella è arrivata come anche le serate passate a leggere un libro mangiando la crostata di mele.
Essendo una vera amante della crostata di mele sono sempre alla ricerca della ricetta perfetta e infatti qui troverete una versione alternativa che devo dire mi piace anche molto.

Ingredienti per la pasta frolla:
450 g di farina
150 g di zucchero
150 g di burro
1 bustina di lievito vanigliato
3 uova + 2 tuorli

Per la farcitura
marmellata di prugne
4 mele affettate sottili

Disponete la farina a fontana, unite il burro tagliato a dadini,lo zucchero,il lievito, le uova e i tuorli e lavorate energicamente con le mani.
Lavorate il composto su un piano di lavoro infarinato fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Formate una palla,avvolgetela con la pellicola e lasciate riposare in frigo per 35 minuti.
Arrotolate la pasta sul mattarello e distendetela su una tortiera già imburrata e leggermente infarinata oppure potete fodererla con carta forno bagnata e strizzata. 
Farcite con la marmellata di prugne e coprite con le mele tagliate sottili.
Infornate per 25 minuti a 180°


mercoledì, ottobre 5

Composta di melanzane

Da sempre amo preparare conserve,composte e marmellate usando ingredienti sani e naturali come frutta e verdura ovviamente rigorosamente di stagione.
Ogni anno in questo periodo utilizzo le ultime melanzane per preparare la composta che in molti penserete sia una ricetta dolce.
In realtà si tratta di una preparazione dal gusto agrodolce, dalle note mediterranee e dalla croccantezza del sesamo.
La mia passione di mettere tutto in barattolo con questa ricetta soddisfa praticamente tutti i miei sensi perchè il sapore e il suo profumo è qualcosa che vi conquisterà.
Buonissima da gustare su una semplice fetta di pane tostato,oppure per accompagnare formaggi o addirittura da accompagnamento alla carne grigliata.
Dovete provarla per credere quando vi dico che è davvero FANTASTICA!

Ingredienti per 1 barattolo

1 melanzana grande
2 scalogni
4 spicchi d'aglio
1 peperoncino verde
50 g di zucchero di canna
10 cl di aceto di vino bianco
4 cucchiai di olio d'oliva
3 cucchiai di semi di sesamo
1 cucchiaino di paprika macinata
sale e pepe

Scaldare l'olio in un pentolino,aggiungete i semi di sesamo, poi la melanzana tagliata a pezzetti,gli scalogni tritati,l'aglio tagliato a fettine, il peperoncino tagliato in maniera sottile.
Fate appassire per 5 minuti mescolando spesso.

Aggiungete poi l'aceto,portate a ebollizione e lasciate cuocere per 10 minuti.
Aggiungete infine lo zucchero, la paprika,sale e pepe e lasciate cuocere per altri 25 minuti, finchè il composto risulta morbido.
Versate nel barattolo e conservate in frigo per 2 giorni prima di consumare.







lunedì, settembre 19

UN CANE FELICE È UN CANE SANO

Sono sempre stata convinta del fatto che gli animali possano infondere maggiore senso di responsabilità e ci insegnino il ciclo della vita.
Crescere e vivere con un animale, in particolare un cane, è un’esperienza appagante e arricchente, soprattutto con un bambino che ne trarrà tanti insegnamenti utili per la sua crescita e per il suo futuro.
Far crescere un bambino con un animale è un progetto educativo che aiuta il piccolo a responsabilizzarsi verso chi è più debole e ad assumere un atteggiamento altruistico anche da adulto.
La presenza di un animale domestico in casa come un cane richiede comunque cura e responsabilità perché la sua vita e la sua salute sono nelle nostre mani.
Per avere un cane sano e in forma sta a noi padroni abituarsi ad essere attenti ai segnali del corpo del proprio cane.
Il cane è soggetto a diverse malattie, ma alcune sono più diffuse e frequenti di altre.
Tra i problemi a cui è soggetto più spesso il cane il primo posto è senza dubbio occupato dai parassiti, interni ed esterni, responsabili della maggior parte delle malattie più diffuse, tra cui la giardia.
La giardia è un parassita dell’intestino non visibile ad occhio nudo e può infestare diverse specie di animali incluso l’uomo, si insedia nel suo intestino e si trasmette attraverso le feci.
Nei parchi, in città, nei prati, il nostro amico a quattro zampe può infettarsi con la giardia, la quale provoca diversi problemi gastrointestinali come vomito, diarrea, inappetenza e perdita di peso.
Il numero di casi positivi in Italia è in forte aumento a causa dell’importazione di cuccioli che arrivano al nostro paese ammalati e portatori di numerosi parassiti.
La trasmissione avviene durante tutto l’anno in stato di cisti presenti in acque contaminate (pozzi, stagni, sorgenti d’acqua non potabili).
Per diagnosticare la giardiasi basta eseguire un semplice e veloce test che si può effettuare presso lo studio di un veterinario.

Nonostante la malattia non sia mortale è bene impedire al cane di avvicinarsi a fonti o zone contaminate,inquinate da feci o batteri.
Le zone dove il cane o gli altri animali defecano devono essere disinfettate regolarmente in modo accurato con vapore, acqua bollente oppure con soluzioni disinfettanti a base di ammoniaca.
Regolari visite di check-up dal veterinario di solito possono identificare le infezioni da giardia.
Ricordatevi di eseguire tutti i controlli e gli esami per la salute del vostro amico peloso perché un animale felice avrà un padrone felice.












LA GIARDIA