lunedì, settembre 19

UN CANE FELICE È UN CANE SANO

Sono sempre stata convinta del fatto che gli animali possano infondere maggiore senso di responsabilità e ci insegnino il ciclo della vita.
Crescere e vivere con un animale, in particolare un cane, è un’esperienza appagante e arricchente, soprattutto con un bambino che ne trarrà tanti insegnamenti utili per la sua crescita e per il suo futuro.
Far crescere un bambino con un animale è un progetto educativo che aiuta il piccolo a responsabilizzarsi verso chi è più debole e ad assumere un atteggiamento altruistico anche da adulto.
La presenza di un animale domestico in casa come un cane richiede comunque cura e responsabilità perché la sua vita e la sua salute sono nelle nostre mani.
Per avere un cane sano e in forma sta a noi padroni abituarsi ad essere attenti ai segnali del corpo del proprio cane.
Il cane è soggetto a diverse malattie, ma alcune sono più diffuse e frequenti di altre.
Tra i problemi a cui è soggetto più spesso il cane il primo posto è senza dubbio occupato dai parassiti, interni ed esterni, responsabili della maggior parte delle malattie più diffuse, tra cui la giardia.
La giardia è un parassita dell’intestino non visibile ad occhio nudo e può infestare diverse specie di animali incluso l’uomo, si insedia nel suo intestino e si trasmette attraverso le feci.
Nei parchi, in città, nei prati, il nostro amico a quattro zampe può infettarsi con la giardia, la quale provoca diversi problemi gastrointestinali come vomito, diarrea, inappetenza e perdita di peso.
Il numero di casi positivi in Italia è in forte aumento a causa dell’importazione di cuccioli che arrivano al nostro paese ammalati e portatori di numerosi parassiti.
La trasmissione avviene durante tutto l’anno in stato di cisti presenti in acque contaminate (pozzi, stagni, sorgenti d’acqua non potabili).
Per diagnosticare la giardiasi basta eseguire un semplice e veloce test che si può effettuare presso lo studio di un veterinario.

Nonostante la malattia non sia mortale è bene impedire al cane di avvicinarsi a fonti o zone contaminate,inquinate da feci o batteri.
Le zone dove il cane o gli altri animali defecano devono essere disinfettate regolarmente in modo accurato con vapore, acqua bollente oppure con soluzioni disinfettanti a base di ammoniaca.
Regolari visite di check-up dal veterinario di solito possono identificare le infezioni da giardia.
Ricordatevi di eseguire tutti i controlli e gli esami per la salute del vostro amico peloso perché un animale felice avrà un padrone felice.












LA GIARDIA

HYDRA BOMB GARNIER

Al rientro dalle vacanze molto spesso ci ritroviamo con la pelle secca e disidratata perchè la lunga esposizione solare e uno sbagliato utilizzo delle cremo solari possono incidere sulla qualità della pelle.
Inoltre vento, sale e temperature roventi lasciano sulla pelle segni di un'estate vissuta fino all'ultimo sole ma anche chi è rimasto in città di certo non ne è soggetto perchè il sole in città colpisce ancora più violentemente.
Il risultato quindi è solo uno: pelle opaca, spenta e che tira.
Ristabilire la normale salute della pelle è abbastanza semplice, basta ripristinare l'equilibrio cutaneo e la normale routine della cura della pelle.
Le maschere in tessuto Hydra Bomb di Garnier sono la soluzione ideale per idratare e ripristinare il livello di idratazione della pelle.
Ispirati ai trend più all'avanguardia dell'Asia, Garnier presenta le maschere Hydra Bomb che sono una vera e propria bomba di efficacia in soli 15 minuti dona alla pelle risultati visibili sin da subito.
Le maschere HYDRA BOMB contengono antiossidanti di origine naturale,uniti a ingredienti cosmetici attivi.

Hydra Bomb SUPER IDRATANTE OPACIZZANTE:
per pelli miste o grasse,imbevuta di un trattamento arricchito in estratto di tè verde conosciuto per le sue proprietà opacizzanti e riequilibranti per la pelle.

Hydra Bomb PELLI DA DISSETARE:
per pelli da dissetare,arricchita con estratti di melograno rinfresca e da energia e luminosità alla pelle.

Hydra Bomb SUPER IDRATANTE LENITIVA:
per pelli secche e sensibili,con estratto di camomilla agisce come un impacco calmante donando subito sollievo alle pelli che tirano.

Clicca QUI  per acquistare le tue maschere HydraBomb! 


Bastano quindi solo 15 minuti per una pelle visibilmente più luminosa e idratata.
Facilissime da applicare, comode e pratiche perchè non sporcano e aderiscono completamente al viso così nel frattempo possiamo dedicarci all'attività che più ci piace per rilassarci.


POST REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON GARNIERGARNIER MASCHERE HYDRABOMB

martedì, settembre 6

Pasta all'ortolana

Un primo vegetariano che si prepara in maniera veloce ed economica e rappresenta uno dei sughi adatto per qualsiasi tipo di pasta dagli spaghetti ai fusilli, dai rigatoni alle penne.
La pasta all'ortolana è uno dei miei piatti preferiti, un vero tripudio di colori: peperoni,melanzane,zucchine. Perfetta da gustare anche fredda per una pausa pranzo gustosa o anche durante un pic nic.
Per una buona riuscita di questo piatto è importante usare verdure di stagione freschissime,olive taggiasche di ottima qualità e la pasta di Gragnano.

Ingredienti

250 gr di pasta Gragnano
1 piccolo peperone rosso
1 piccolo peperone giallo
10 pomodori ciliegia
2 spicchi d'aglio
1 zucchina
1 piccola melanzana
100 g di olive taggiasche denocciolate
5 cucchiai di olio evo
sale
5 foglie di basilico


Schiacciate leggermente gli spicchi d'aglio e mettete da parte.
Riducete tutte le verdure a dadini tranne i pomodori che taglierete a metà e lasciarete marinare per qualche minuto con un filo d'olio e le foglie di basilico.
In una padella antiaderente mettete lo spicchio d'aglio e fate dorare, aggiungete poi la melanzana tagliata a dadini e fate cuocere per 3 minuti. Spegnete e tenete da parte.
In una padella molto più grande fate rosolare l'altro spicchio d'aglio con il rimanente olio, aggiungete le olive e i pomodorini con le foglie di basilico e fate cuocere per 2 minuti a fuoco vivace.
Aggiungete le altre verdure e cuocete per altri 5 minuti (le verdure devono risultare croccanti).
Cuocete la pasta al dente e condite con il sugo all'ortolana.






lunedì, settembre 5

LOACKER - GIOCARE CHE BONTA' -

Il passaggio dall'età del gioco a quella dell'apprendimento rappresenta una fase molto delicata per lo sviluppo dei più piccoli.
Con Gregorio tutti i giorni dedichiamo qualche minuto alle lettere dell'alfabeto per evitare che non vi sia poi uno stacco troppo forte dal momento del gioco a quello più impegnativo in cui viene richiesta concentrazione.
Il bambino che si accinge a imparare a leggere e scrivere è abituato a giocare; attraverso il gioco lui esplora,scopre il mondo e cresce.


 Il passaggio quindi dai giochi e dei colori a quella della lettura non può essere drastico.
Bisogna quindi creare metodi che facilitano il momento dell'apprendimento per diminuire lo sforzo del bambino che divertendosi imparerà a leggere e scrivere.
 Con l'iniziativa #GIOCARECHEBONTA' ,  Loacker vuole sfruttare i golosi e pratici wafer per aiutare i più piccini a imparare e scrivere le prime lettere.
A partire da ottobre tutte le mamma iscritte alla NEWSLETTER Loacker  potranno scaricare gratuitamente L'ABBECCEDARIO L COME LOACKER e condividere i progressi dei vostri bimbi con l'ashtag #giocarechebontà

giovedì, settembre 1

La montagna che rigenera

Molto spesso ci dimentichiamo che basta veramente poco per trovare quella pace e serenità che tanto cerchiamo.
Io e mio marito da sempre siamo amanti della montagna, amiamo camminare nel silenzio, tra gli alberi e goderci quell'atmosfera magica che solo lei riesce a dare.
La montagna è per me il luogo dove trovo l'energia, la forza e la carica che mi serve nei momenti di stanchezza e tutte le volte riesce a sorprendermi sempre di più.
Cammino per ore e ogni passo è come se qualcuno mi regalasse un respiro diverso e molto più leggero.
Ci piace camminare con il naso all'insù e ogni passo fatto un traguardo raggiunto perchè quando poi si arriva in cima la soddisfazione ripaga tutta la fatica fatta, è un pò come quando vogliamo raggiungere un obiettivo e alla fine quando ce l'hai fatta esulti per la felicità.
In montagna respiri l'aria come se sognassi ad alta quota, ti senti in alto e ti senti invincibile,
ti senti forte e insuperabile.

 I nostri ricordi più belli sono rinchiusi nel ricordo che ruota attorno ad una montagna.
I nostri primi pic nic da fidanzati, le visite alle malghe, i formaggi gustati con mirtilli e fragole, il pane comprato appena sfornato.
La montagna è semplicità ma sa anche regalare momenti prezioso più dell'oro.
 Da quando nella nostra famiglia è arrivato Gregorio la montagna è ancora più bella vista attraverso i suoi occhi. Una farfalla diventa una storia bellissima da raccontare e una foglia caduta dall'albero si trasforma in una chiave magica per entrare in un posto incantato.


domenica, agosto 28

Pannacotta alla vaniglia

E' stata un'estate strana questa.
Un'estate fatta di attese e di passeggiate tra i tramonti, le creme di caffè bevute tra una pausa e l'altra al lavoro e la voglia di partire per un lungo viaggio.
Amo l'estate per le insalate fredde da mangiare in giardino, per le conserve che man mano riempiono di nuovo gli scaffali della cantina e perchè basta un pò di basilico fresco per insaporire un piatto di pomodori.
Perchè il sole riesce a scaldarmi la pelle che è stata sotto i maglioni tutto l'inferno e i capelli ancora bagnati si asciugano sotto il sole mentre raccolgo le ultime rose del giardino.

Pannacotta alla vaniglia

ingredienti 
1 baccello di vaniglia
550 ml di panna fresca liquida
160 g di zucchero a velo
6 g di gelatina in fogli

Mettete in una ciotola i fogli dei gelatina con dell'acqua fredda e lasciate ammorbidire per 10 minuti.
Incidete in senso della lunghezza la bacca di vaniglia, estraete i semi con la punta di un coltello e mettete da parte.
In un pentolino mettete la panna, aggiungete la bacca di vaniglia incisa, i suoi semi. lo zucchero a velo e scaldate il tutto facendo attenzione a non far bollire.
Strizzate la colla di pesce che si sarà ammorbidita e immergete nella panna e mescolate fin quando non si sarà sciolta completamente.
Ora filtrate il liquido con un colino.
Potete utilizzare 4 stampini individuali oppure uno stampo unico della capacità di circa 550 ml.
Prima di mettere la panna bagnate il contenitore con del liquore alla vaniglia o semplicemente con dell'acqua.
Mettete in frigo e lasciate riposare per almeno 8 ore.
Potete servire al naturale oppure con della frutta fresca.

                              


lunedì, agosto 8

UN GRANDE CUORE SI RICONOSCE ANCHE DAI PICCOLI GESTI


Tutti i giorni riusciamo a godere della bellezza dei piccoli gesti insieme ai nostri figli; una passeggiata al parco, una giornata in piscina, partire per un viaggio, festeggiare un compleanno.
Piccoli gesti, piccole occasioni che a noi sembrano normali e scontati ma che per molti bambini purtroppo non lo sono.

La campagna #ungrandecuore vede CARREFOUR a fianco della FONDAZIONE FRANCESCA RAVA tramite donazioni a distanza ed azioni di volontariato e di sensibilizzazione sui dirirtti dei bambini.
Il progetto "UN GRANDE CUORE SI VEDE DAI PICCOLI GESTI" vede il sostegno di Carrefour e dei suoi clienti per la realizzazione di 15 "SOGNI"
Fare del bene fa bene a chi lo riceve ed a chi lo fa e Carrefour ne è consapevole.
Per questo ha voluto coinvolgere anche i propri clienti che possono contribuire alla realizzazione dei progetti accumulando i "cuori"con l'acquisto di prodotti a marchio carrefour.
Accedendo al SITO dedicato i clienti possono scegliere un progetto preferito cui donare i "cuori"accumulati.
Una volta raggiunto il numero dei cuorei necessari per far si che il progetto si concretizzi, Carrefour realizza assieme alla Fondazione Rava i sogni e i desideri espressi dai bambini delle comunità coinvolte.

#ungrandecuore